30 Mei 2024

Incidente stradale con omissione di soccorso a Comiso Comiso

2 min read

Comiso – Incidente stradale con omissione di soccorso. Trovato dalla Polizia Locale il soggetto che si è dato alla fuga. La persona rischia la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la sospensione del titolo di guida da 1 a 3 anni. Dichiarazioni del Comandante di Polizia Locale, Salvatore Giardina.

A lire en complément : Powell dari Fed: suku bunga yang lebih tinggi mungkin diperlukan, dan akan bertindak 'hati-hati'

“Nella giornata di domenica 30 luglio – spiega Giardina – gli agenti del Comando di Polizia Locale di Comiso sono intervenuti dopo aver ricevuto una chiamata alla centrale operativa per un avvenuto sinistro stradale. Giunta sul posto la pattuglia ha rinvenuto un motociclo rovinato al suolo ed il conducente che veniva trasportato presso il pronto soccorso di Vittoria, in quanto un veicolo in fase di sorpasso è andato a collidere col mezzo in questione dandosi alla fuga.

<!–

Dans le meme genre : Jurnalis Rusia di pengasingan menggambarkan cobaan 'keracunan' di kereta api Jerman

–>
<!–

–>

Gli agenti visionando le telecamere di sorveglianza hanno immediatamente rintracciato l’autore del reato che è stato condotto presso gli uffici del Comando. Il soggetto è stato denunciato alla procura della Repubblica per omissione di soccorso e per il reato di lesioni personali, gli è stata inoltre ritirata la patente di guida. Ho immediatamente notiziato il Magistrato di turno – continua Giardina – che ha disposto il sequestro del mezzo per metterlo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La persona rischia la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la sospensione del titolo di guida da 1 a 3 anni. Fortunatamente la controparte ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni”.

window.fbAsyncInit = function() {
FB.init({
appId : ‘1598562950632658’,
fb:pages : ‘184294524916160’,
xfbml : true,
version : ‘v2.3’
});
};

(function(d, s, id){
var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0];
if (d.getElementById(id)) {return;}
js = d.createElement(s); js.id = id;
js.src = “https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js”;
fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);
}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

(function(d, s, id) {
var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0];
if (d.getElementById(id)) return;
js = d.createElement(s); js.id = id;
js.src = “https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”;
fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);
}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

(function(d, s, id) {
var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0];
if (d.getElementById(id)) return;
js = d.createElement(s); js.id = id;
js.src = “https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”;
fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);
}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));